Prima o dopo i pasti?

L'esperienza pratica ha dimostrato che i rimedi omeopatici hanno una buona efficacia anche se presi subito prima dei pasti o poco dopo.

 

Determinati raggi, p.e. come quelli per i controlli di sicurezza all'aeroporto, possono interferire sull'effetto?

Tanto per i rimedi unitari (anche nelle potenze elevate!) quanto per i rimedi complessi non abbiamo constatato alterazioni dell'efficacia nemmeno dopo più di un'esposizione alle radiazioni in occasione dei controlli.

 

È necessario evitare il tè alla menta, il caffè e il fumo?

Innumerevoli trattamenti di successo nei fumatori e bevitori di caffè, nonché prove su noi stessi hanno dimostrato che evidentemente i medicamenti omeopatici non perdono la loro efficacia in concomitanza con tè alle erbe, spezie, mentolo, sostanze eccitanti ecc. Gli effetti collaterali di sostanze eccitanti quali il tabacco e il caffè possono perfino essere eliminati rapidamente con gli omeopatici (p.e. Nux vomica).

Tuttavia è fondamentalmente consigliabile consumare tutti i generi voluttuari con la dovuta moderazione, rispettivamente evitarli completamente in presenza di determinate malattie.

 

I recipienti metallici possono alterare l'azione degli omeopatici?

Spesso la letteratura in materia riferisce che i farmaci omeopatici sono sensibili ai metalli.

Ciò non è stato confermato dalla nostra esperienza pratica. Cucchiai di metallo, otturazioni dentarie in amalgama e simili non inibiscono l'azione degli omeopatici.