Diarrea e vomito, pur essendo disturbi molto sgradevoli e che indeboliscono il paziente, hanno generalmente un decorso innocuo. Sia la diarrea che il vomito servono per lo più a liberare l'organismo da sostanze nocive e da agenti patogeni dannosi (p.e. contenuti in alimenti guasti). Solo nei casi in cui tale misura sia giustificata, vanno bloccati in modo artificiale. Le manifestazioni concomitanti più frequenti sono nausea, crampi gastrointestinali, spossatezza e forte malessere.

Le cause più frequenti sono:

  • agitazione, arrabbiature, stress, ansia, preoccupazioni;
  • alimentazione scorretta, intolleranza nei confronti dell'alcol, del caffè, della cola, della nicotina;
  • intolleranze alimentari, tossine batteriche, infiammazioni;
  • disturbi epatobiliari.

Anche se generalmente innocui, vomito e diarrea possono essere intensi. Tuttavia, con il trattamento omeopatico, nel giro di due giorni migliorano sensibilmente.

 

Consigli utili

  • Se soggiornate in paesi del sud in scarse condizioni igieniche, nell'alimentazione regolatevi secondo il principio: bollire, cuocere, sbucciare o evitare.
  • Non consumate cibi crudi come p.e. l'insalata e accettate solo bevande di marca in bottiglie chiuse.
  • I medicamenti omeopatici innescano l'impulso curativo necessario già nella bocca. Basta anche un brevissimo contatto del medicamento con la mucosa della bocca. Per questo motivo i rimedi omeopatici sono utili anche quando non si riesce a trattenere niente nello stomaco e si rigetta immediatamente tutto quello che si è ingerito.
  • Per quanto riguarda i lattanti, ricordate che l'alimento migliore nel primo anno di vita è il latte materno. Non interrompete quindi l'allattamento al seno. Ai bambini più grandi si può somministrare a cucchiaiate (quantità maggiori vengono spesso rigettate) la mistura seguente:
    1 litro di tè (camomilla, finocchio) o acqua bollita
    1 tazza di succo d'arancia (o 2 banane)
    1 cucchiaino di lievito in polvere
    ¾ di cucchiaino di sale
    4 cucchiai di zucchero (importante per l'assorbimento dei sali)
  • Il primo giorno somministrate solo liquidi. Non appena stomaco e intestino si saranno calmati, potete introdurre cibi leggeri come una crema di avena o di riso, mela grattugiata, purea di banane e minestra di carote.