Le varici degli arti inferiori sono vene superficiali dilatate, ad andamento serpentino e dalla funzionalità notevolmente compromessa. In queste vene il sangue che dovrebbe ritornare al cuore, "ricade" verso il basso perché le valvole all'interno delle vene sono danneggiate e non si chiudono più. Ciò comporta ristagni e gonfiore a causa dell'accumulo di liquidi nei tessuti (edema).

Le varici rappresentano per lo più un problema estetico. Se però anche le vene profonde sono danneggiate, si possono avere dolori, crampi, rapido affaticamento e sensazione di gambe pesanti.

Complicazioni delle varici sono le flebiti, le trombosi (coaguli di sangue) e le ulcere (ferite aperte). Per prevenire queste possibili complicanze, è necessario trattare le varici ed eliminarne possibilmente le cause.

Le cause delle varici sono:

  • predisposizione genetica (debolezza ereditaria del tessuto connettivo)
  • disturbi pressori dovuti allo stare troppo a lungo e troppo spesso in piedi
  • mancanza di movimento, lo stare seduti troppo a lungo, il sovrappeso
  • difetti dei piedi (piede piatto, piede varo, piede valgo)

 

Consigli utili

  • Camminate il più possibile, specie se fate un lavoro che vi costringe a stare seduti o in piedi.
  • Rafforzate la muscolatura delle gambe con una ginnastica specifica e lo sport. I muscoli sostengono le vene.
  • Portate calzature MBT. Queste scarpe ad ogni passo stimolano la circolazione e l'attività muscolare.
  • Tenete le gambe sollevate ogni volta che potete. Rialzate la parte mobile del telaio del letto in corrispondenza dei piedi o inserite un rialzo sotto il materasso.
  • Stimolate la circolazione con bagni alternati caldi e freddi con estratto di fiori del fieno o getti d'acqua secondo il metodo Kneipp.
  • Trattate le varici in modo omnicomprensivo. Alleviate i disturbi presenti e contemporaneamente eliminate le cause (trattamento omeopatico costituzionale).
  • I trattamenti sclerosanti, l'asportazione chirurgica delle varici superficiali e l'uso di calze compressive non combattono il problema alla radice. Queste misure sono da consigliarsi unicamente per varici numerose, molto marcate, profonde, oppure durante la gravidanza.
  • I crampi alle gambe possono essere provocati da alterazioni del bilancio di calcio e magnesio. Eliminate questi disturbi conpreparati omeopatici di magnesio o di calcio. Le preparazioni omeopatiche possono migliorare l'assorbimento di questi importanti sali minerali dall'alimentazione e favorire così la risoluzione dei problemi in modo duraturo.