Arsenicum album

Arsenico bianco

Agisce prioritariamente su sistema nervoso centrale, sistema neurovegetativo, ghiandole ormonali, reni, pelle, tratto gastrointestinale.

Particolarmente indicato per le persone scrupolosamente esatte, che amano l'ordine (dentisti, orefici, contabili ecc.). I soggetti della tipologia Arsenicum sono agitati e ansiosi, spesso pedanti, avari, permalosi, spossati.

Indicazioni principali: Stati di debolezza. Disfunzioni della tiroide*. Rosicchiamento delle unghie. Infiammazioni gastrointestinali acute. Diarrea con vomito. Nevralgie. Eruzioni cutanee. Edema, stasi linfatica da esposizione a radiazioni (terapia antitumorale). Ulcere dolorose delle gambe (con bruciore). Herpes zoster (fuoco di sant'Antonio)*. Nefriti (infiammazioni dei reni)*. Raffreddore, raffreddore da fieno. Asma* nei bambini deboli.

 

Punti essenziali per la scelta del rimedio

Conseguenze di Chemioterapia (cancro) / Consumo di alimenti avariati*, frutta acquosa, bevande ghiacciate e gelato.

Sintomi: Dipendenza da persone, paura di perderle, paura della solitudine.Mania di criticare. Paura con agitazione. Sensazione di paura nello stomaco / Tendenza agli svenimenti. 
Debolezza e spossamento dopo il minimo sforzo e nel contempo irrequietezza e desiderio di movimento / Insonnia in seguito a sovraffaticamento. Disturbi del sonno nei bambini dovuti a sensazioni di paura, intorno a mezzanotte (si tranquillizzano solo nel letto della mamma) / Raffreddore con infiammazione delle narici / Sete inestinguibile di piccole quantità d'acqua fredda / Afte bluastre / Eruzioni cutanee essudanti accompagnate da intenso bruciore.

Tendenze generali: Dolori con bruciore e secrezioni. Disturbi che ricompaiono periodicamente.

Modalità: Peggioramento con la luna piena, al mare, col freddo intorno o dopo mezzanotte. All'aperto (raffreddore). Sbalzi di temperatura (tempo, svestirsi). Odore di cibi, alla vista di cibi, cibi freddi, bevande, alcol. essere toccati (p.e. sui capelli). 
Miglioramento con ogni forma di calore (nonostante il dolore bruciante).

 

* = Automedicazione solo dopo aver consultato il medico e come primo soccorso