Ignatia

Fava di Sant'Ignazio

Agisce prioritariamente sul sistema nervoso centrale, sistema neurovegetativo, tratto gastrointestinale, genitali femminili, bronchi.

Particolarmente indicato per le donne e i bambini dai capelli scuri e per persone deboli di nervi, scrupolose, gelose, soggette a grandi sbalzi d'umore.

Indicazioni principali: Tristezza, nevrastenia, depressioni*, nostalgia, insonnia, emicrania, crampi, ulcere gastriche*, emorroidi, disturbi mestruali, frigidità.

 

Punti essenziali per la scelta del rimedio

Conseguenze di dispiaceri (morte di un figlio, di una persona amata), spavento, delusione e offesa.

Sintomi: Triste, sospira costantemente, permaloso / Rimugina interiormente, vede tutto nero. Frequenti attacchi di collera / Emicrania, con la sensazione che un chiodo stia perforando la tempia / Fremiti muscolari al viso, alle labbra / "Gnocco" in gola (sensazione di corpo estraneo, di strozzamento)*, crisi di pianto / Crampi all'ano dopo la defecazione. Dolori emorroidali camminando / Disturbi mestruali con sangue nero e sensazione di prolasso nel basso ventre. Assenza di mestruazioni in caso di crucci / Crampo dei bambini in seguito a rimprovero o spavento. Crampi alle estremità dopodispiaceri o spavento.

Tendenze generali: La maggior parte dei disturbi sono riconducibili a dispiaceri, crucci e spavento. I sintomi sono spesso contradditori (p.e. la cefalea migliora quando la persona si china, attacchi di fame abbinati al dispiacere, il mal di stomaco migliora mangiando ecc.) / Avversione per la frutta.

Modalità: Peggioramento con consolazione, al tocco. Venti secchi e freddi (spesso anche la minima corrente d'aria), tabacco, caffè, dolci.
Miglioramento mediante distrazione, calore, con il tempo caldo-umido.

 

* = Automedicazione solo dopo aver consultato il medico e come primo soccorso.